srvctl stop instance

.

srvctl stop su oracle

Con l’articolo srvctl stop instance, forniamo il comando per eseguire lo stop di un istanza Oracle in un RAC attraverso il CRS, il quale viene descritto nel seguente LINK.

Capita spesso che a fronte di attività di tuning per esempio della SGA, ossia della memoria RAM utilizzata dal database, occorre chiudere l’istanza per far ripartire il database con il nuovo parametro fissato sul pfile.

Quindi per riavviare il database e farlo ripartire con il nuovo parametro, occorre chiudere l’istanza interessata con il comando srvctl e successivamente va eseguito lo start con il comando analogo.

Anche nel caso in cui dovessimo riavviare il server. Una volta che l’istanza è chiusa e i Disk Group sono smontati dal database, con lo stop della macchina non c’è pericolo di corruzione dati, proprio perchè i DG non sono montati nel database.

Quindi a fronte di riavvii del server possiamo semplicemente chiudere le istanze dare l’OK per il riavvio della macchina. Una volta avviata c’è rimasto che controllare se le risorse sono tornate tutte Up e Running.

Di seguito la mini guida per eseguire lo stop di una risorsa:

Prima di eseguire lo stop controlliamo lo stato delle risorse con il comando:

crsctl status res -t

Il comando di srvctl stop instance da eseguire è:

srvctl stop instance -d <database> -i <istanza> -o <opzione>

Esempio:

srvctl stop instance -d DBTESTp -i DBTESTp1 -o immediate

Una volta restituito il prompt, ricontrolliamo lo stato delle risorse con il comando:

crsctl status res -t

Lascia un commento

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial