srvctl relocate service

.

SRVCTL RELOCATE SERVICE

Con l’articolo srvctl relocate service, forniamo il comando per eseguire la rilocazione da un nodo all’altro del RAC, di un servizio Oracle registrato nel cluster attraverso il CRS.

Può capitare che per qualche ragione, tra cui: un guasto HW, un attività di manutenzione o per qualche aggiornamento, uno dei nodi del RAC deve essere spento per qualche ora.

Quindi ci verrà richiesto di disabilitare lo start automatico del CRS e la chiusura delle istanze a bordo della macchina.

La soluzione migliore è sicuramente chiudere le istanze Oracle e nel caso in cui ci fossero dei servizi presenti, eseguire la relocate del servizio sull’altro nodo del RAC.

Se non dovessimo eseguire il comando non sarebbe un grosso problema poichè il servizio sarebbe rilocato comunque in fase di shutdown della macchina, ma è sempre bene eseguirlo in maniera manuale.

Prima di eseguire lo stop controlliamo lo stato delle risorse con il comando:

crsctl status res -t

Il comando di srvctl relocate service da eseguire è:

srvctl relocate service -d <database> -s <service> -i <nome_istanza_provenienza> -t <nome_istanza_destinazione>

Esempio:

srvctl relocate service -d DBTESTp -s DB_TEST_SERVICE -i DBTESTp1 -t DBTESTp2

Una volta restituito il prompt, controlliamo lo stato delle risorse con il comando:

crsctl status res -t

Per visionare le mie guide sui Comandi CRS clicca qui!
A questo LINK, invece, troverai le query SQL

Resta aggiornato sulle nostre attività entrando a far parte della nostra community:
Facebook
Youtube
Linkedin

srvctl start service

.

Con l’articolo che stai per leggere: srvctl start service, forniamo il comando per eseguire lo start di un servizio Oracle registrato nel cluster attraverso il CRS.

Prima di eseguire lo start controlliamo lo stato delle risorse con il comando:

crsctl status res -t

Il comando di srvctl start service da eseguire è:

srvctl start service -d <database> -s <service> -i <instance>

Esempio:

srvctl start service -d DBTESTp -s DB_TEST_SERVICE -i DBTESTp1

Fin qua tutto semplice vero? Abbiamo eseguito la query ed ora non ci resta che verificare lo stato come descritto di seguito:

Una volta restituito il prompt, ricontrolliamo lo stato delle risorse con il comando:

crsctl status res -t

Ci teniamo a ricordare che su questo sito sono presenti guide e descrizione di tenciche di troubleshooting su database oracle, per tanto consigliamo la lettura approfondita delle varie sezioni. Ti invitiamo a visionare tutti i nostri articoli presenti nell’area “comandi CRS”.

Di seguito i link diretti per accedere alle suddette sezioni:

Per visionare le mie guide sui Comandi CRS clicca qui!
A questo LINK, invece, troverai le query SQL

Resta aggiornato sulle nostre attività entrando a far parte della nostra community accedendo dai seguenti link, richiedi il nostro collegamento e metti il like alle nostre pagine, in questo modo resterai sempre agigornato su tutte le nostre novità:
Facebook
Youtube
Linkedin

Grazie per aver letto questo articolo, è stato un piacere poter essere di supporto. Ricordo ancora quando all’inizio si faceva difficoltà a trovare informazioni su DB oracle online e spesso dovevo ricorrere a diverse guide provenienti da diversi siti. Oggi grazie a scriptdba.com avrete tutto a portata di mano. Solo attrvaerso pochi e rapidi click potrete visionare tutte le nostre guide, gratuite e accessibili liberamente!

Consigliamo di salvare questo sito tra i preferiti per accedervi quotidianamente perché ogni giorno caricaremo nuovo articoli e post!

Ci vediamo online
lo staff

srvctl stop service

.

Con l’articolo srvctl stop service, forniamo il comando per eseguire lo stop di un servizio Oracle registrato nel cluster attraverso il CRS.

Prima di eseguire lo stop controlliamo lo stato delle risorse con il comando:

crsctl status res -t

Il comando di srvctl stop service da eseguire è:

srvctl stop service -d <database> -s <service> -i <istanza>

Esempio:

srvctl stop service -d DBTESTp -s DB_TEST_SERVICE -i DBTESTp1

Ci teniamo a ricordarti che su questo sito sono presenti guide e descrizione di di troubleshooting su database oracle, infatti consigliamo la lettura delle varie sezioni. Ti invitiamo a visionare tutti i nostri articoli presenti nell’area “comandi CRS” e nell’area “troubleshooting”. Ad ogni modo, fin qua tutto semplice, no? Adsso proseguiamo insieme con la verifica di quanto fatto. Continua a leggere…

Una volta restituito il prompt, ricontrolliamo lo stato delle risorse con il comando:

crsctl status res -t

Per visionare le mie guide sui Comandi CRS clicca qui!
A questo LINK, invece, troverai le query SQL

Resta aggiornato sulle nostre attività entrando a far parte della nostra community:
Facebook
Youtube
Linkedin

Perfetto! Adesso che hai letto questo articolo, ci teniamo a farti sapere che è stato un piacere poter essere di supporto.
Oggi grazie a scriptdba.com avrete tutto a portata di mano. Solo attraverso pochi e rapidi click potrete visionare tutte le nostre guide, gratuite e accessibili liberamente!

Consigliamo di salvare questo sito tra i preferiti per accedervi quotidianamente perché ogni giorno caricaremo nuovo articoli e post!

Ci vediamo online
lo staff

srvctl start listener

.

srvctl start su oracle

Con l’articolo srvctl start listener, forniamo il comando per eseguire lo start del listener Oracle in un nodo di un RAC attraverso il CRS.

Il LISTENER è il processo che permette la connessione via rete al database Oracle.

Ha il compito di accompagnare il processo lato OS al database e una volta generata la sessione all’interno del DB, il processo viene sganciato dal LISTENER che torna a fare il suo mestiere.

Quando è presente un istanza standalone ossia un istanza senza il CRS, il comando che permette la gestione del listener è lsnrctl.

Attraverso questo comando possiamo eseguire lo stop, lo start, il reload in caso di modifica dei parametri sui file di configurazione.

Invece quando è presente il CRS, il comando per eseguire lo stop e lo start sarà come riportato nella seguente mini guida.

Prima di eseguire lo start controlliamo lo stato delle risorse con il comando:

crsctl status res -t

Il comando di srvctl start listener da eseguire è:

srvctl start listener -n <nome_nodo> -l <nome_listener>

Esempio:

srvctl start listener -n car_test_01 -l LISTENER_DBTESTp1

Una volta restituito il prompt, ricontrolliamo lo stato delle risorse con il comando:

crsctl status res -t

Per visionare le mie guide sui Comandi CRS clicca qui!
A questo LINK, invece, troverai le query SQL

Resta aggiornato sulle nostre attività entrando a far parte della nostra community:
Facebook
Youtube
Linkedin

srvctl stop listener

.

srvctl stop su Oracle

Con l’articolo srvctl stop listener, forniamo il comando per eseguire lo stop del listener Oracle in un nodo di un RAC attraverso il CRS.

Come indicato nell’articolo srvctl start listener, il LISTENER è il processo che permette la connessione via rete al database.
Più nello specifico, si occupa di accompagnare la chiamata dell’application server al database, quindi quando arriva una chiamata dall’esterno attraverso la connect string e quindi attraverso il nomehost, porta che in genere è la 1521 e il nome dell’istanza, viene contattato il LISTENER, il quale accompagna inizialmente il processo OS al DB.

Una volta che il processo è messo in comunicazione su un altra porta del DB e viene generata la sessione applicativa, il processo viene sganciato dal LISTENER, il quale torna a fare il suo mestiere.

In ambienti senza CRS, il comando per la gestione del listener è lsnrctl, con il quale possiamo entrare nella shell LSNRCTL>, oppure senza che entriamo nella shell, eseguiamo direttamente il comando di stop di start o di reload del LISTENER.

Invece in ambienti RAC, dove le risorse sono gestite con i comandi del CRS, non dobbiamo usare il comando lsnrctl, ma srvctl poichè registrato come servizio.

Di seguito riporto la miniguida per eseguire o stop del listener in ambienti RAC.

Prima di eseguire lo stop controlliamo lo stato delle risorse con il comando:

crsctl status res -t

Il comando di srvctl stop listener da eseguire è:

srvctl stop listener -n <nome_nodo> -l <nome_listener>

Esempio:

srvctl stop listener -n car_test_01 -l LISTENER_DBTESTp1

Una volta restituito il prompt dei comandi, ricontrolliamo lo stato delle risorse con il comando:

crsctl status res -t

srvctl stop instance

.

srvctl stop su oracle

Con l’articolo srvctl stop instance, forniamo il comando per eseguire lo stop di un istanza Oracle in un RAC attraverso il CRS, il quale viene descritto nel seguente LINK.

Capita spesso che a fronte di attività di tuning per esempio della SGA, ossia della memoria RAM utilizzata dal database, occorre chiudere l’istanza per far ripartire il database con il nuovo parametro fissato sul pfile.

Quindi per riavviare il database e farlo ripartire con il nuovo parametro, occorre chiudere l’istanza interessata con il comando srvctl e successivamente va eseguito lo start con il comando analogo.

Anche nel caso in cui dovessimo riavviare il server. Una volta che l’istanza è chiusa e i Disk Group sono smontati dal database, con lo stop della macchina non c’è pericolo di corruzione dati, proprio perchè i DG non sono montati nel database.

Quindi a fronte di riavvii del server possiamo semplicemente chiudere le istanze dare l’OK per il riavvio della macchina. Una volta avviata c’è rimasto che controllare se le risorse sono tornate tutte Up e Running.

Di seguito la mini guida per eseguire lo stop di una risorsa:

Prima di eseguire lo stop controlliamo lo stato delle risorse con il comando:

crsctl status res -t

Il comando di srvctl stop instance da eseguire è:

srvctl stop instance -d <database> -i <istanza> -o <opzione>

Esempio:

srvctl stop instance -d DBTESTp -i DBTESTp1 -o immediate

Una volta restituito il prompt, ricontrolliamo lo stato delle risorse con il comando:

crsctl status res -t

srvctl start instance

.

srvctl start instance

Con l’articolo srvctl start instance, forniamo il comando per eseguire lo start di un istanza Oracle in un RAC attraverso il CRS.

Questo comando viene eseguito nel caso in cui bisogna eseguire lo start dell’istanza a fronte di un precedente stop, per esempio per modificare i parametri di memoria RAM ossia la SGA.

Oppure potrebbe essere presente una qualche attività di manutenzione sul server che prevede lo stop dell’istanza e riavvio della macchina.

Nel caso in cui si presenti una casistica analoga che richiede la chiusura dell’istanza, nella seguente pagina riporto una mini guida dove indico con la fase iniziale, il comando di verifica e successivamente il comando di start dell’istanza con i comandi CRS ossia crsctl per controllare lo stato delle risorse prima e dopo lo stop e con il con il comando srvctl per la fase di start.

Prima di eseguire lo start controlliamo lo stato delle risorse con il comando:

crsctl status res -t

Il comando di start dell’instanza da eseguire con il comando srvctl è:

srvctl start instance -d <database> -i <istanza>

Esempio:

srvctl start instance -d DBTESTp -i DBTESTp1

Una volta restituito il prompt , ricontrolliamo lo stato delle risorse con il comando:

crsctl status res -t

Per visionare le mie guide sui Comandi CRS clicca qui!
A questo LINK, invece, troverai le query SQL.

Resta aggiornato sulle nostre attività entrando a far parte della nostra community:
Facebook
Youtube
Linkedin

srvctl start database

.

Con l’articolo srvctl start database, forniamo il comando per eseguire lo start di tutte le istanze di un database Oracle in un RAC attraverso il CRS.

A fronte di un’attività di manutenzione sui server dove è presente un RAC, ci viene richiesto di eseguire lo stop di tutte le istanze che compongono il cluster Oracle.

Niente paura. Abbiamo quello che vi serve.

Se per qualche particolare attività, avete la necessità di dover eseguire lo start di tutte le istanze che compongono il RAC, potete procedere come indicato nel seguente articolo, dove viene presentata la prima fase di controllo e salvataggio dello stato delle risorse prima di eseguire l’attività.

Poi viene eseguito lo startcon il comando srvctl e verifica finale per certificare che tutte le risorse sono tornate correttamente ONLINE come prima dell’attività.

Prima di eseguire lo start controlliamo lo stato delle risorse con il comando:

crsctl status res -t

Il comando di srvctl start database da eseguire è:

srvctl start database -d <nome_database>

Esempio:

srvctl start database -d DBTESTp

Una volta restituito il prompt , ricontrolliamo lo stato delle risorse con il comando:

crsctl status res -t

Per visionare le mie guide sui Comandi CRS clicca qui!
A questo LINK, invece, troverai le query SQL

Resta aggiornato sulle nostre attività entrando a far parte della nostra community:
Facebook
Youtube
Linkedin

srvctl stop database

.

Con l’articolo srvctl stop database, forniamo il comando per eseguire lo stop di tutte le istanze di un database Oracle in un RAC attraverso il CRS.

Nei precedenti articoli abbiamo parlato ampiamente delle casistiche che si potrebbero incontrare per effettaure lo stop delle istanze di una RAC.

Le principali cause sono: attività di manutenzione server, che può estendersi dalla manutenzione del server come di un apparato associato che sia di rete o per esempio uno storage. Oppure per attività di aggiornamento OS o nella più drammatiche delle ipotesi a fronte di un crash del database, ci viene richiesto di chiudere tutte le istanze del RAC.

Quindi che fare in questi casi?

Andare diretti sulla pagina Comandi CRS di scriptDBA.com, dove all’interno troverete 2 categorie Comandi CRSCTL – CRS Oracle e Comandi SRVCTL – CRS Oracle, dove viene spiegato in maniera chiara cos’è il CRS e la funzione di questi 2 principali comandi.

Quindi se dobbiamo eseguire lo stop di tutte le istanze del database seguiamo la guida sul seguente articolo.

Prima di eseguire lo stop controlliamo lo stato delle risorse con il comando:

crsctl status res -t


Il comando di srvctl stop database da eseguire è:

srvctl stop database -d <nome_database> -o <opzione>

Esempio:

srvctl stop database -d DBTESTp -o immediate

Una volta restituito il prompt , ricontrolliamo lo stato delle risorse con il comando:

crsctl status res -t

Per visionare le mie guide sui Comandi CRS clicca qui!
A questo LINK, invece, troverai le query SQL

Resta aggiornato sulle nostre attività entrando a far parte della nostra community:
Facebook
Youtube
Linkedin

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial